27 Luglio 2022

Il piano di sviluppo edilizio del Collegio Einaudi e il sostegno di Compagnia di San Paolo

News

Continua il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo per il grande piano strategico di ampliamento e ristrutturazione edilizia della Fondazione Collegio Einaudi

Da oltre 20 anni la Fondazione Collegio Einaudi ha avviato un’intensa opera di riqualificazione edilizia degli immobili di sua proprietà, distinguendosi per la lungimiranza e progettualità di interventi completi e sensibili alle tematiche di impatto ambientale e di efficientamento energetico e la Fondazione Compagnia di San Paolo continua ad essere al suo fianco.

 
cronostoria-riqualificazioni
 

Il grande progetto strategico di riqualificazione edilizia e di ampliamento delle residenze della Fondazione Collegio Einaudi mira al raggiungimento degli «Obiettivi 2030», rafforzando lo sviluppo del sistema universitario torinese, anche disegnando percorsi educativi innovativi e complementari al percorso universitario per le future generazioni di giovan* meritevol* interessat* a contribuire, con consapevolezza e spirito critico, al cambiamento e a un futuro equo e sostenibile.

Un futuro in cui tutte e tutti possano accedere alle medesime opportunità.

Il Collegio infatti, grazie ai contributi ministeriali e alle donazioni di enti e privati, offre i propri servizi a tariffe agevolate rispetto al costo effettivo del posto di studio a tutti gli studenti e studentesse che amano studiare e vogliono impegnarsi, permettendo loro di accedere a un’istruzione superiore di qualità anche quando appartenenti a ceti economicamente più fragili.
Inoltre la nostra Fondazione ogni anno propone ad ogni suo allievo ed allieva un piano di formazione personalizzato, volto ad approfondire tematiche di grande attualità e sviluppare specifiche competenze, attraverso metodi didattici innovativi, con l’obiettivo di creare una comunità altamente qualificata di giovan* consapevol* e attent* al mondo che li circonda.

In un contesto in continuo sviluppo, anche i progetti di rinnovamento e miglioramento degli immobili della Fondazione Collegio Einaudi continueranno ad essere portati avanti, infatti, dopo la completa riqualificazione di tutti i cinque Collegi, che si concluderà a gennaio 2023 con la riapertura della Sezione Mole Antonelliana, nella scorsa primavera la Fondazione Collegio Einaudi ha preso parte al V bando ex L. 338/2000, proponendo la realizzazione di tre nuovi importanti progetti:

valentino-sala-lettura-collegio-einaudi

1. Progetto di ampliamento della Sezione Valentino

Nei locali situati al piano rialzato e seminterrato della manica della Sezione Valentino lungo via Ormea, che sino a pochi anni fa erano destinati a funzione di mensa universitaria, sono previsti i seguenti lavori:

  • realizzazione di almeno 40 nuovi posti di studio in camere singole e doppie (in aggiunta agli attuali 154)
  • realizzazione di nuovi layout al piano seminterrato (che ricomprenderà ampi locali per la formazione e lo studio) e al piano rialzato;
  • implementazione dell’aria condizionata nei locali comuni;
  • fornitura di connettività Internet tramite Wi-Fi in tutte le stanze e locali comuni;
  • ottimizzazione di precedenti investimenti in ambito eco-sostenibilità: nuova centrale termica, impianti fotovoltaico e termico, riutilizzo delle acque chiare e meteoriche per l’irrigazione del giardino interno e le cassette WC
crocetta-sala-conferenze-collegio-einaudi-3
open-day-sezione-san-paolo

2. e 3. Interventi di efficientamento energetico delle Sezioni Crocetta e San Paolo

Il progetto, attraverso una diagnosi energetica preliminare volta all’individuazione di interventi di efficientamento e/o miglioramento energetico sulle strutture, ha l’obiettivo di:

  • redigere di un attestato di prestazione energetica ante (e post) intervento (APE);
  • stilare di una relazione di audit energetico, comprensiva di bilancio energetico, con definizione dei possibili interventi di efficientamento energetico e valutazione della loro fattibilità tecnica ed economica.

Successivamente, sulla base dei risultati delle analisi effettuate, potranno essere realizzati interventi di:

  • riqualificazione energetica dell’edificio con interventi migliorativi finalizzati all’aumento della resistenza termica dell’involucro;
  • adeguamento del sistema di riscaldamento mediante nuovo impianto ad alta efficienza;
  • sostituzione di impianti di condizionamento estivo presenti nei locali comuni con altri ad alta efficienza;
  • sostituzione di impianti ascensore per il superamento delle barriere architettoniche con altri ad alta efficienza.
logo-compagnia-di-san-paolo
Anche per questi 3 nuovi grandi progetti, la Fondazione Compagnia di San Paolo è vicina al Collegio Einaudi: la fondazione filantropica ha infatti deliberato per l’anno 2022 un contributo di 200 mila euro, a favore dei costi di progettazione. Tale sostegno permetterà al Collegio di ottenere punteggi aggiuntivi nella graduatoria ministeriale, aumentando la probabilità che il Collegio possa posizionarsi fin da subito tra gli enti beneficiari del contributo e vedersi assegnare fino ad euro 3.150.000, portando quindi risorse economiche sul territorio cittadino, con forte impatto sulla filiera produttiva e sul sistema universitario cittadino.

Gli interventi di riqualificazione edilizia e di ampliamento delle residenze del Collegio sono stati negli anni realizzati grazie al cofinanziamento del Ministero dell’Università e della Ricerca (nell’ambito dei bandi L.338/2000) e ai contributi di Fondazione Compagnia di San Paolo, Regione Piemonte, Fondazione CRT, Comune di Torino e sostenitori privati, nella convinzione che sostenere il Collegio Einaudi  contribuisca a un forte impatto sul territorio e al potenziamento del progetto “Torino Città Universitaria”.

 

Gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 che verranno raggiunti con questi grandi progetti sono:

Print
Obiettivo 4 – Istruzione di Qualità
In particolare:
  • 4.3 entro il 2030, garantire la parità di accesso per tutte le donne e gli uomini ad una istruzione a costi accessibili e di qualità tecnica, ad una istruzione professionale e di terzo livello, compresa l’Università;
  • 4.7 entro il 2030, assicurarsi che tutti gli studenti acquisiscano le conoscenze e le competenze necessarie per promuovere lo sviluppo sostenibile attraverso, tra l’altro, l’educazione per lo sviluppo sostenibile e stili di vita sostenibili, i diritti umani, l’uguaglianza di genere, la promozione di una cultura di pace e di non violenza, la cittadinanza globale e la valorizzazione della diversità culturale e del contributo della cultura allo sviluppo sostenibile.
 
Print
Obiettivo 11 – Città e comunità sostenibili
  • 11.3 entro il 2030, aumentare l’urbanizzazione inclusiva e sostenibile e la capacità di pianificazione e gestione partecipata e integrata dell’insediamento umano in tutti i paesi;
  • 11.6 entro il 2030, ridurre l’impatto ambientale negativo pro capite delle città, in particolare riguardo alla qualità dell’aria e alla gestione dei rifiuti.
In merito all’urbanizzazione sostenibile e alla qualità dell’aria, gli interventi previsti mirano:
  • alla riqualificazione del costruito, piuttosto che alla realizzazione di nuovi edifici;
  • alla riduzione delle emissioni di CO2 in atmosfera;
  • all’utilizzo di energie rinnovabili;
  • alla riduzione del consumo di risorse energetiche