Riqualificazione Sezione PO

 

Il Collegio ha approvato la realizzazione
dell’impianto solare termico per la produzione
di acqua calda sanitaria, studiato all’interno della mia tesi,
non solo per motivi economici, ma anche per i risvolti ‘culturali’
M. Serraino, ex allievo 2005

 

La sostenibilità ambientale si colloca tra i valori che crediamo sia importante promuovere, non solo come dimensione concreta, nell’ottica dell’attenzione all’impatto ambientale delle nostre strutture, ai consumi e all’uso di energie alternative, ma soprattutto nella prospettiva di una educazione dei nostri studenti al risparmio energetico.

Le strutture residenziali di cui si compone il Collegio Einaudi seguono pertanto un approccio ecosostenibile: la riqualificazione della sezione Po, che partirà nel mese di agosto 2013, mira a trasformare l’attuale edificio in un esempio di residenza universitaria all’avanguardia, soprattutto in tema di ecosostenibilità e di abbattimento delle emissioni di CO2 in atmosfera.

Sono infatti previsti un impianto solare termico e uno fotovoltaico sul tetto dell’edificio principale e sul basso fabbricato dell’interno cortile e l’installazione di una centrale geotermica, che preleverà il calore direttamente dal sottosuolo e lo immetterà nel circuito di riscaldamento.

Nel complesso gli interventi impiantistici, unitamente a quelli edilizi – in particolare quelli di isolamento dell’intero edificio con una guaina esterna a involucro –, permetteranno di raggiungere una certificazione energetica del sistema edificio-impianto di classe A, secondo gli standard della Regione Piemonte.

Nell’ambito del progetto di riqualificazione edilizia delle cinque sezioni del Collegio l’attenzione all’ecosostenibilità ha avuto un incremento esponenziale.
La Sezione Crocetta, ristrutturata nel 2000/01, non è stata infatti dotata di impianti speciali dedicati a questo tema, ma già nella successiva riqualificazione della Sezione San Paolo, avvenuta nel 2004/2005, abbiamo installato sul tetto dell’edificio un impianto solare termico per la produzione di acqua calda sanitaria (il cui progetto preliminare è stato oggetto di una tesi di laurea di un nostro allievo). Con la ristrutturazione della Sezione Valentino abbiamo installato oltre a due impianti solari termici anche uno fotovoltaico, un impianto di riciclo delle acque grigie e l’impiego di luci a LED con un risparmio di circa il 60% della spesa per l’illuminazione. Nel progetto della Sezione Po a tutto questo si aggiungerà, come descritto poco sopra, una centrale geotermica a pompa di calore, che renderà indipendente l’edificio rispetto all’uso di combustibili per il riscaldamento e il raffrescamento del Collegio, e verrà predisposto un “cappotto esterno” per migliorare l’isolamento termico dell’intero edificio.

Abbiamo inoltre manifestato l’interesse e la disponibilità a lavorare insieme alla Fondazione Torino Wireless e alla Fondazione Torino SMART CITY, al fine di coinvolgere i nostri studenti, che rappresentano un segmento di popolazione particolarmente ricettivo, dato l’alto livello di istruzione, su tematiche volte a favorire una città creativa, innovativa ed ecosostenibile.

Visto l’impatto nel consumo di risorse energetiche e di produzione di rifiuti delle nostre strutture sul territorio siamo pertanto consapevoli di dover potenziare le attività volte a sviluppare nei nostri allievi e nello staff del Collegio un approccio ecologico, anche e soprattutto tramite i piccoli gesti quotidiani.